Terremoto L’Aquila. Regione Puglia invia tecnici a supporto della Protezione civile.

La Regione Puglia manderà a L’Aquila propri tecnici per eseguire sopralluoghi, indagini e valutazioni tecniche sugli edifici ancora pericolanti e danneggiati dagli eventi sismici del 2009.

Lo rende noto l’assessore regionale alle Opere pubbliche e Protezione civile Fabiano Amati, sottolineando che i periti saranno utili nel supportare e coadiuvare le attività di Protezione civile dell’Abruzzo che non riesce a far fronte alle numerose incombenze nate dopo il terribile terremoto dell’aprile del 2009, che causò la morte di 308 persone e la distruzione di numerosi edifici.
I tecnici che hanno dichiarato la propria disponibilità alla missione di solidarietà sono 12, provenienti dagli uffici del Genio civile di tutte le province pugliesi.

L’invio del contingente tecnico non pregiudicherà il regolare svolgimento di tutte le attività degli uffici di appartenenza dei periti pugliesi, perché sono  previste turnazioni a squadre composte da un massimo di tre unità.

“Siamo fieri di poter aiutare la Regione Abruzzo in una utilissima ricognizione sullo stato dell’arte dei suoi edifici – ha detto l’assessore Amati – I nostri esperti, che presteranno le loro professionalità ed esperienze, lavoreranno alla ricerca di eventuali punti di pericolo, zone a rischio di crollo o ancora non del tutto sicure per ospitare i cittadini. Quando è giunta la richiesta da parte della Regione Abruzzo, non abbiamo esitato a contattare il nostro personale tecnico regionale, affinchè si possa creare un lavoro congiunto in favore della totale sicurezza e tranquillità dei cittadini di una zona già sufficientemente provata, che sta cercando a fatica di ricostruire la propria normalità”.

Close