Superata emergenza rifornimento idrico aree rurali Cisternino.

L’Assessore Amati, insieme con il direttore Aqp, ha incontrato la Giunta comunale

Entro pochi giorni, saranno attivi due idranti in grado di fornire acqua alle aree rurali del comune di Cisterino; entro un mese inoltre, l’Acquedotto pugliese studierà l’opportuna localizzazione di un terzo idrante in vista delle esigenze legate alla stagione estiva. Sono queste le decisioni assunte questa mattina nel corso dell’incontro promosso dall’assessore alle Opere Pubbliche della Regione Puglia Fabiano Amati, al quale hanno partecipato il Direttore Generale di Aqp Massimiliano Bianco, il Sindaco di Cisternino Luigi Convertini e gli assessori comunali competenti.

Tra massimo dieci giorni l’Acquedottto pugliese avvierà tutte le procedure necessarie ad attivare gli idranti nelle zone Casalini e Madonna d’Ibernia; inoltre, poiché durante la stagione estiva l’esigenza legata al consumo dell’acqua aumenta notevolmente, l’Acquedotto Pugliese individuerà un terzo polo utile a fornire acqua senza creare problemi di disagio o disordine pubblico.
“Abbiamo assunto la decisione migliore – ha detto Amati – per far fronte ad un’emergenza effettiva e ad un profondo disagio di numerosi cittadini delle aree rurali di Cisternino che soffrono problematiche di carenza idrica. Attraverso le decisioni assunte oggi il problema è stato temporaneamente risolto, ma il nostro obiettivo è quello di porre definitivamente la parola fine alla vicenda. Nel Pot infatti – ha concluso – approvato da pochi giorni, è prevista l’estensione della rete idrica che darà la possibilità in queste zone di avere l’acqua direttamente nelle case”.

Close