“La Regione ritarda? Cittadini risarciti”

“Se l’amministrazione ritarda il rilascio dei provvedimenti, al Cittadino è dovuto un risarcimento. Anche in Puglia ci sarà un regolamento che riconosce nel dettaglio questa possibilità”.
Lo dichiara il Consigliere regionale Fabiano Amati, all’esito dell’approvazione odierna in II Commissione del “Regolamento per la disciplina dei termini di conclusione dei procedimenti amministrativi di competenza della Giunta regionale”.

“La Commissione ha espresso il suo parere favorevole sul regolamento adottato dalla Giunta regionale, a condizione che a) sia prevista una responsabilità disciplinare sul dirigente che ingiustificatamente non si presenta alle conferenze di servizi,  b) sia eliminata la possibilità di sospendere i termini del procedimento per questioni attinenti all’organizzazione degli uffici e c) sia rispettato sempre il termine ordinario dei 30 giorni salvo che puntuali leggi speciali non prevedano un tempo più lungo.
Si spera ora che la Giunta regionale approvi definitivamente il regolamento con le modifiche proposte dalla Commissione. Ciò renderebbe ancor più positivo il mio giudizio sull’importante strumento, per l’evidente scelta di campo in favore dei Cittadini e dei loro diritti.
Ringrazio ovviamente per il lavoro svolto l’Assessore regionale Guglielmo Minervini”.

Close