PPTR: il Pd chiede la riadozione con modifiche

pptr 2

pptr 2“Sembra che oggi la soluzione indicata dal governo regionale incroci quanto negli ultimi mesi ho sempre ripetuto, col consenso unanime del mio gruppo politico, con riferimento al Piano Paesaggistico Territoriale: la riadozione con modifiche”.

Lo ha detto il Consigliere regionale Fabiano Amati, nel corso della conferenza stampa convocata dal gruppo consiliare del PD sul Piano Paesaggistico Territoriale Regionale – PPTR.

“Quando, nel corso della scorsa estate, eravamo destinatari di numerose istanze di revoca del Piano, il nostro gruppo politico – ed io stesso – ha sempre mantenuto un punto fermo sulla richiesta di riadozione con modifiche, e tutto oggi sembra andare verso questa soluzione.

Naturalmente, la nostra posizione non pone e non ha mai posto in discussione la centralità del paesaggio e della sua tutela, ma solo quella che io definisco “paesologia”, cioè la tutela il paesaggio che diventa patologia.

La materia è stata infatti sempre affrontata dal gruppo del PD con quella prudenza determinata che merita un piano come quello Paesaggistico, che oggettivamente è in grado di incidere su tipologie di attività ad alta intensità di posti di lavoro.

Infine, poiché si tratta di un vero e proprio piano regolatore, è chiaro che il procedimento di foto-interpretazione ha generato numerosi errori di approssimazione, per la cui rettifica è comunque previsto un procedimento sempre aperto e non assoggettato a termini di scadenza”.

Close