Fortore: via libera a lavori dal consiglio regionale dei lavori pubblici.

Il Consiglio regionale dei lavori pubblici ha approvato questa mattina il progetto esecutivo relativo ai primi interventi di ripristino dell’efficienza idraulica lungo l’asta principale del fiume Fortore, a valle della diga di Occhito.

Ne dà notizia l’assessore regionale alle Opere pubbliche e Protezione civile Fabiano Amati.

L’importo complessivo del progetto, che sarà finanziato con fondi CIPE in base all’Accordo di programma quadro “Difesa del suolo”, è pari a 12 milioni di euro.

L’obiettivo principale degli interventi previsti è la gestione della manutenzione ordinaria del fiume, in particolare nel tratto Ponte di Ripalta – Foce, nei comuni di Serracapriola e Lesina, in località Merse Gelardo, nel comune di Carlantino, nel tratto Dragonara – Grotta Vecchia, nei comuni di Torremaggiore e Castelnuovo della Daunia e in località Ischia, nel comune di San Paolo Civitate. Le opere prevedono il taglio selettivo della vegetazione secca, l’eliminazione delle ostruzioni a monte e a valle delle infrastrutture esistenti, la realizzazione di difese spondali con gabbioni rivestiti, la delocalizzazione di un tratto stradale che corre lungo il fiume soggetto ad allagamenti e la risagomatura delle sezioni del fiume.

“Si tratta di un progetto importante – ha dichiarato l’assessore Amati – in quanto è il primo intervento di questo tipo degli ultimi 50 anni sul fiume Fortore. Il progetto è stato redatto con la massima attenzione nei confronti degli aspetti ambientali e paesaggistici della zona ed è stato concepito secondo criteri in grado di risolvere innumerevoli problematiche legate ai vincoli del PAI e, tra le altre cose, di ripulire effettivamente l’alveo del fiume”.

 

Data: Ven, 19 Novembre 2010 @ 15:51

Close