Depuratore Pulsano: “Gli impianti vandalizzati presto ripristinati”

Depuratore Pulsano/Leporano

Depuratore Pulsano/Leporano“Le audizioni odierne hanno consentito di far luce sulle motivazioni che hanno provocato alcuni ritardi nell’avvio dell’impianto di depurazione a servizio dei comuni di Pulsano e Leporano e di stabilire un nuovo crono programma delle attività da svolgere, che dovrebbero permettere l’entrata in funzione dell’opera a metà del  marzo prossimo”.

Lo ha detto il consigliere regionale Fabiano Amati, a margine delle audizioni svoltesi oggi in V commissione consiliare dei rappresentanti del Comune di Pulsano e di Acquedotto pugliese sull’impianto di depurazione di Pulsano-Leporano.

 

Il 13 novembre scorso, lo stesso Amati, su sollecitazione del circolo di Legambiente di Pulsano, che denunciava ritardi nell’iter di avvio dell’opera, aveva chiesto l’audizione in V commissione consiliare dei soggetti ed enti responsabili, affinché si facesse chiarezza sulla vicenda e sullo stato del procedimento di entrata in esercizio.

“Abbiamo avuto conferma di un fatto noto: l’impianto è stato deturpato da atti vandalici – ha detto Amati – che hanno reso necessari numerosi interventi di manutenzione e ripristino, nonché l’acquisto di ulteriori attrezzature, che ne hanno inevitabilmente rallentato le operazioni di avvio. Tuttavia, in sede di commissione, i tecnici di Acquedotto pugliese hanno nuovamente aggiornato il crono programma e  indicato la data del 15 marzo prossimo come possibile tappa conclusiva dei lavori. Contestualmente, verranno espletate tutte le  pratiche amministrative ancora pendenti, compresa l’autorizzazione allo scarico.

Ovviamente mi secca dover sempre aggiornare il cronoprogramma, ma questa volta si è messo di mezzo anche il tornado che recentemente ha divelto alcune strutture dell’impianto, in particolare la copertura della vasca fanghi. Alla fine, se non si controlla ogni passo del procedimento con queste continue riunioni, si rischia di arrivare ad una nuova stagione estiva senza il depuratore: ma questo non deve accadere, nel modo più assoluto.”

Close