Amati: “Sogno la Puglia intera tra progresso e modernità come accade a Lago Forcatella”

IMG 3541

IMG 3541


«Lago Forcatella rappresenta il progresso, è il simbolo del rispetto del ciclo naturale delle cose: liquami trasformati in acque irrigue e potabili. Qui la civiltà e la modernità sono venuti a trovarci in anticipo. Sogno la Puglia intera così: abbattendo residue paure e ingiustificate ostilità. Intanto, in questa piccola parte della regione, ci si prepara ad un altro appuntamento entro luglio: l’inaugurazione dell’impianto di potabilizzazione dei reflui, ormai terminato, e l’avvio dei lavori di ammodernamento del depuratore».

IMG 3544Lo ha dichiarato il presidente della commissione Bilancio della Regione Puglia, Fabiano Amati, nel corso della cerimonia di consegna della “Bandiera Blu 2017” ottenuta dalla città di Fasano che si è tenuta questa mattina presso l’impianto di affinamento delle acque reflue di “Lago Forcatella”. 

«Questa grande opera rappresenta uno dei motivi fondamentali che ha permesso al Comune di conquistare nuovamente il prestigioso riconoscimento. Le buone pratiche – ha detto Amati – e la lungimiranza degli intenti hanno garantito la realizzazione di questo ecosistema esemplare, tra i primi in Europa, che permette di “dissetare” 30 km di rete irrigua nel pieno rispetto del territorio. Semplicemente riutilizzando i reflui. Appunto “semplicemente”, come bere un bicchier d’acqua: ed è proprio questa la prossima tappa che sarà sperimentata in questo luogo».

IMG 3566Nel corso della manifestazione sono state consegnate le Bandiere Blu 2017 agli operatori balneari dei lidi fasanesi che hanno permesso di dimostrare l’alto livello di servizi offerti e di buone pratiche nel rispetto della costa e dell’ambiente. Presenti anche alcune delegazioni in rappresentanza dei Comuni “Bandiera Blu 2017” di Ostuni, Carovigno, Pietrasanta (in provincia di Lucca) e Melissa (in provincia di Crotone), e un gruppo di studenti del locale Istituto professionale per l’industria e l’artigianato. 

L’evento è stato organizzata dal Comune di Fasano proprietario dell’impianto. Oltre al consigliere Amati, sono intervenuti il sindaco di Fasano Francesco Zaccaria, il consigliere comunale Giuseppe Galeota (delegato dal sindaco a Valorizzazione ambientale e culturale, innovazione e sperimentazione tecnologica), il presidente regionale di Legambiente Francesco Tarantini; Claudio Mazza, presidente nazionale della Federazione Educazione Ambientale che attribuisce la Bandiera Blu ai Comuni virtuosi, Nicola De Sanctis, presidente dell’Acquedotto pugliese, Luca Limongelli, dirigente sezione Risorse idriche della Regione Puglia e Nino Santoro, project manager di “Aquasoil” (ditta gestrice dell’impianto “Lago Forcatella”). 

IMG 3557L’impianto di affinamento delle acque reflue urbane è stato potenziato lo scorso anno con opere tecnologicamente avanzate ed inaugurato ufficialmente l’8 luglio scorso anche alla presenza del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

Il costo delle opere fu di circa 3 milioni e mezzo di euro: fondi rivenienti dal Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale) ai quali il Comune di Fasano ebbe accesso nel 2011, dopo la proposta della giunta regionale di allora; promotore degli interventi fu lo stesso Amati.

 

Close