Amati scrive per sollecitare accordo di programma su acqua.

Una sollecitazione affinchè sia sottoscritto al più presto l’Accordo unico di programma per il trasferimento e l’acquisizione dell’acqua da parte di tutte le regioni del Bacino idrografico meridionale è giunta da parte dell’assessore regionale alle Opere pubbliche e Protezione civile Fabiano Amati, che questa mattina ha scritto una lettera a tutti gli assessori competenti delle regioni coinvolte (Abruzzo, Basilicata, Lazio, Molise, Calabria e Campania). Amati chiede di fissare al più presto una data precisa per la sottoscrizione dell’accordo, dichiarando la disponibilità della Puglia ad ospitare l’evento.

La bozza d’intenti per la predisposizione dell’Accordo, proposto proprio dalla Regione Puglia, era stata sottoscritta l’8 settembre scorso a Roma, presso la sede della Regione Molise, dove le regioni avevano convenuto sulla opportunità di pianificare l’utilizzo della risorsa idrica esistente e dei trasferimenti al fine di assicurare il superamento del deficit di approvvigionamento e di garantire gli obiettivi stabiliti dal Codice dell’Ambiente, che prescrive, tra l’altro, l’utilizzo delle acque superficiali e sotterranee in una prospettiva di solidarietà, salvaguardando e tutelando le aspettative ed i diritti delle future generazioni, secondo criteri di razionalità degli utilizzi stessi ed equilibrio del bilancio idrico.

Pur comprendendo le problematiche logistiche e non di merito sulla difficoltà di fissare un incontro utile alla sottoscrizione dell’accordo, Amati sottolinea che sono passati ormai 2 mesi e che la mancata sottoscrizione comporta per le regioni, e quella pugliese in particolare, “motivo di giuste reciproche nel compimento di atti amministrativi di competenza, perché sovente la polemica sull’assenza dell’accordo sommerge diverse iniziative infrastrutturali e di miglioramento del servizio”.

 

TESTO DELLA LETTERA

 

OGGETTO: Richiesta sottoscrizione protocollo d’intesa tra le regioni del bacino idrografico meridionale.

 

Pregiatissimi,

il Piano di Gestione approvato il 24.02.2010 dall’Autorità di Bacino dei Fiumi Liri – Garigliano – Volturno, prevede (art. 2 dell’all. 2, così formulato su proposta della Regione Puglia) la sottoscrizione di un unico accordo di programma tra le regioni del bacino idrografico meridionale, per il trasferimento, acquisizione e governo della risorsa idrica.

Detto piano di gestione verrà definitivamente approvato con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

In data 28.06.2010 il Presidente della Regione Molise intese invitare le regioni interessate ad un incontro utile a sottoscrivere il protocollo d’intesa per la redazione e sottoscrizione di detto accordo di programma unico, auspicabilmente in tempi brevi. La riunione si svolse a Roma l’ 08.09.2010, presso la sede della regione Molise, con esito estremamente positivo, tant’è che tutte le regioni espressero parere favorevole al protocollo, rinviando a data successiva la ratifica da parte di tutti i presidenti di regione, così come richiesto da diversi assessori partecipanti.

Solo per cronaca evidenzio che la Regione Puglia era pronta ad esprimere la propria sottoscrizione sin da quella data, perché il sottoscritto era dotato di apposita delega conferitagli dal proprio Presidente.

Sono passati 2 mesi e spiace constatare che la prescrizione contenuta nel Piano di gestione e l’iniziativa meritoria del Presidente Iorio non riescono ad ottenere compimento, nonostante mi sia preoccupato di sollecitare in diverse occasioni più d’un collega assessore senza ottenere l’esito sperato.

Comprendendo le problematiche logistiche e non di merito sulla difficoltà a fissare l’appuntamento, faccio però rilevare (ed è proprio anomalo per i noti e storici motivi che tale iniziativa possa essere promossa ancora una volta dalla Puglia) che la mancanza dell’accordo unico di programma comporta per le regioni, e la mia in particolare, motivo di giuste “tensioni” reciproche nel compimento di atti amministrativi di competenza, perché sovente la polemica sull’assenza dell’accordo sommerge diverse iniziative infrastrutturali e di miglioramento del servizio.

Per tutti i motivi esposti Vi chiedo di determinarci in tempi rapidi nel fissare l’appuntamento per la sottoscrizione del protocollo d’intesa, dichiarando la disponibilità della Puglia ad ospitare l’evento.

Certo di un pronto riscontro, invio il mio saluto.

Avv. Fabiano Amati

 

 

Data: Lun, 15 Novembre 2010 @ 14:59

Close