Amati: “Purtroppo non abbiamo cure miracolose né per xylella né per chi sostiene il contrario. Lo dica l’Osservatorio”

“Purtroppo non abbiamo cure miracolose, né per la xylella né per chi farnetica il contrario. Chiedo pertanto ai dirigenti dell’Osservatorio fitosanitario di comunicare una volta per tutte che per il progetto di ricerca Silecc c’è solo una relazione finale che conclude affermando l’assenza di risultati statisticamente rilevanti, mentre per il progetto Scortichini ci sono solo due richieste di proroga e una comunicazione di cambio del campo prova. Dunque nulla che possa pure vagamente somigliare ad una cura”.


Lo dichiara il presidente della Commissione regionale bilancio Fabiano Amati.
“Ogni giorno si leggono notizie sulle solite teorie complottiste e soprattutto sull’esistenza di cure. Magari ci fossero.
Come ultima sorpresa emersa dal catalogo negazionista c’è pure l’accusa che la divulgazione della relazione finale – e sottolineo finale – del progetto Silecc, avrebbe messo addirittura a rischio l’esperimento. Si sostiene in pratica che la pubblicazione della relazione sia equivalsa ad un’attività di spionaggio o sabotaggio, come se la xylella e la sputacchina avessero potuto leggere la relazione e quindi adottare tutte le più efficaci contromisure per resistere alla cura.
Che dire: se non stessimo parlando di una tragedia sarebbe un ottimo copione per una comica”.

Close