Amati inaugura strada regionale n. 6. Ora si lavora al completamento dell’intera arteria.

“Entro qualche mese dovremmo essere nelle condizioni di avviare i lavori di completamento dell’arteria della strada regionale 6, senza sprecare nemmeno un grammo di cemento già utilizzato e, nello stesso tempo, tutelando e promuovendo un importante patrimonio archeologico”: lo ha detto l’assessore regionale alle Opere pubbliche e Protezione civile Fabiano Amati questa mattina in occasione dell’inaugurazione dell’apertura al traffico del tratto che collega Minervino Murge a Spinazzola (BT) della strada regionale n. 6.

Nello scorso mese di novembre era già stata aperta al traffico la parte di strada che parte dal casello autostradale di Canosa di Puglia e giunge a Minervino Murge ma il completamento  dei lavori di realizzazione dell’intera arteria sono stati interrotti a causa del ritrovamento di un importante sito archeologico. 

“Quando si inaugura un’opera pubblica – ha dichiarato l’assessore regionale – c’è la tendenza a definirla piccola, media o grande in base ai metri cubi di cemento utilizzati, mentre in realtà i nostri padri ci insegnano che non bisogna mai paragonare le piccole cose a quelle grandi in quanto è il concetto dell’utilità che definisce la grandezza di un’opera pubblica. In base dunque all’utilità che quest’opera ha per le comunità locali, per il loro sviluppo economico e per i loro collegamenti, possiamo certamente dire che stiamo collaborando per la realizzazione di una grande opera pubblica. Per la prima volta, il percorso che ci ha portato ad inaugurare anche questo secondo tratto della strada regionale 6 è stato scandito da un lavoro condiviso e costante che non ha mai coperto la verità con le bugie. Abbiamo raccontato difficoltà e speranze, compresa quella di riuscire a riaprire questa strada in tempi  ragionevoli, cosa che siamo stati in grado di fare, pur nella consapevolezza che il cammino per il definitivo completamento ci richiede costanza ed impegno. In questa vicenda – ha concluso – stiamo riscontrando in tutte le amministrazioni locali un alto senso del dovere ed è per questo che a loro rivolgo riconoscenza, a partire dal Presidente della provincia Bat Francesco Ventola.”

Close