Amati all’assemblea AATO Puglia

Ammonta a 600 milioni di euro la quota che la Regione Puglia ha assegnato per la rimodulazione del Piano d’Ambito 2010-1018, approvata questa mattina dall’assemblea AATO (Autorità d’Ambito  Territoriale Ottimale) Puglia. Lo ha reso noto l’assessore regionale alle Opere P ubbliche Fabiano Amati nel corso della stessa all’assemblea. La Regione Puglia si è impegnata anche ad estendere il finanziamento alla realizzazione di opere richieste a gran voce dai singoli Comuni pugliesi. “Decine di sindaci hanno espresso la necessità di impianti di affinamento – ha spiegato l’assessore Amati – come è avvenuto nel comune di Gallipoli. Esigenze come questa si collegano al contenuto del Piano di Tutela delle Acque, non rappresentando una volontà individuale ma uno strumento utile a contribuire alla tutela delle acque dell’intera comunità pugliese”. Con riferimento all’approvazione della rimodulazione del Piano d’Ambito, l’assessore Amati ha ringraziato l’AATO e l’ANCI perché “sono stati in grado di trovare un punto di sintesi, non perdendo mai di vista le esigenze dei cittadini e abbattendo, quando ce ne è stato il bisogno, le proprie prospettive”. “La rimodulazione del Piano d’Ambito, la cui approvazione rappresenta anche la chiusura di tutte le controversie pendenti, è molto soddisfacente – ha detto Amati – perché è il risultato di un lavoro lungo e faticoso. L’AATO – ha concluso – da oggi si emancipa dall’assenza di un Piano d’ Ambito e questo permetterà di raggiungere grandi risultati”.
Close